Come partecipare al bando “Digitalizzazione e efficientamento produttivo delle imprese”

Innovazione

13 Luglio 2023

Condividi su:
Versione breve 45
bando Digitalizzazione e efficientamento produttivo delle imprese

Recentemente è stato presentato il bando “Digitalizzazione e efficientamento produttivo delle imprese” nel quadro del Fondo PR FESR 2021-2027, per sostenere programmi organici di investimento attuati da piccole medie imprese (PMI), piccole imprese a media capitalizzazione e imprese a media capitalizzazione, che consistono in progetti organici di digitalizzazione o di efficientamento produttivo. Scopriamo insieme che cosa offre e come cogliere questa grande opportunità!

Versione completa 1
Condividi su:

Resterà aperto fino al 31 gennaio 2024 il bando della regione Piemonte per la “Digitalizzazione e efficientamento produttivo delle imprese” nel quadro del Fondo PR FESR 2021-2027

“Digitalizzazione e efficientamento produttivo delle imprese” nel quadro del Fondo PR FESR 2021-2027. Quali obiettivi?

Il bando ha l’obiettivo di sostenere investimenti organici attuati da PMI, piccole imprese a media capitalizzazione e imprese a media capitalizzazione, al fine di:

  • realizzare prodotti maggiormente sostenibili;
  • rendere il processo produttivo più efficiente, anche dal punto di vista energetico, ambientale, e dell’utilizzo delle risorse (per esempio per quanto riguarda l’uso dell’acqua e materie prime);
  • elevare il livello di sicurezza nei luoghi di lavoro al di sopra degli standard obbligatori. 

A chi si rivolge il bando?

L’agevolazione è costituita:

  • per le PMI: da una quota di finanziamento, per il 70% a tasso zero a valere su fondi del PR FESR 2021/2027 e per il 30% su fondi bancari, ed una quota di contributo a fondo perduto;
  • per le piccole imprese a media capitalizzazione e per le imprese a media capitalizzazione: esclusivamente da un finanziamento, per il 70% a tasso zero a valere su fondi del PR FESR 2021/2027 e per il 30% su fondi bancari.

La dotazione complessiva è di 80 milioni di euro.

Quali linee di intervento?

Per raggiungere gli obiettivi appena elencati, il bando si concentra su due linee di intervento:

  • LINEA A): Digitalizzazione.

Gli investimenti in infrastrutture digitali e cybersecurity, progetti per l’adozione di sistemi integrati a supporto della crescita e la resilienza, per sviluppare il commercio elettronico, l’e-business e i processi aziendali in rete, e l’introduzione di tecnologie emergenti a supporto della competitività aziendale sono ammissibili.

  • LINEA B): Efficientamento sostenibile del processo produttivo.

Saranno ammissibili gli interventi volti a migliorare la competitività e la sostenibilità dell’azienda, l’accompagnamento dei processi innovativi, la diversificazione produttiva e la riorganizzazione aziendale, con particolare riferimento ai progetti coerenti con i paradigmi dell’economia verde e dell’economia circolare.

Il valore dei progetti

Il valore minimo dei progetti ammissibili varia a seconda delle dimensioni dell’impresa, a partire da €50.000 per le piccole imprese, fino a un massimo di €3.000.000. L’incentivo prevede finanziamenti agevolati combinati con un sostegno sotto forma di sovvenzione a fondo perduto, secondo le percentuali e per gli importi massimi che verranno indicati nel bando. 


Rendi la tua azienda più efficiente e sostenibile per rispondere al meglio alle sfide che la rapida evoluzione tecnologica richiede quotidianamente , non lasciarti sfuggire questa grande opportunità! 

Contattaci oggi per saperne di più e per scoprire come presentare la tua candidatura. Ti supporteremo passo dopo passo nella stesura delle domande di finanziamento per la partecipazione al bando.

Contattaci

Immagineremo insieme il tuo progetto

Lo realizzeremo con amore e passione
Il nostro team è a tua disposizione

Iscriviti alla nostra
newsletter

Il modo migliore per rimanere in contatto con noi

Privacy Policy