Home > Blogs > Synesthesia vince il premio Chiave a Stella

Synesthesia vince il premio Chiave a Stella

"Innovazione, tradizione, eccellenza": a Synesthesia il premio Chiave a Stella.

La nostra società si aggiudica il premio Chiave a Stella 2015, ideato e promosso da Api Torino, Fondazione Magnetto e da "La Repubblica" con la collaborazione della Camera di commercio di Torino e di UniCredit.
 
“E' stato emozionante, anche perché i vincitori non vengono comunicati fino all'ultimo momento. E ovviamente è stata una grande soddisfazione: il premio è soprattutto simbolico ed è un riconoscimento all'impegno ed al modo in cui crediamo sia corretto ed etico fare impresa” è stato il commento a caldo di Francesco Ronchi, CEO di Synesthesia, che ha ritirato inaspettatamente il premio. 
 
Giunto alla sua settima edizione, il premio “Chiave a Stella” promuove la piccola e media imprenditoria torinese per le sue capacità di generare ricchezza e conoscenza sul territorio in modo responsabile e nella consapevolezza delle significative ricadute che essa produce, compiendo scelte e operando in armonia con il proprio contesto territoriale
 
Per Synesthesia quest'anno è stato sicuramente di grande crescita e trasformazione: ha portato un importante aumento del numero di dipendenti e collaboratori, e di conseguenza un aumento di fatturato, nuovi clienti e una maggiore presenza oltre che sul territorio italiano anche nei mercati esteri.
 
Un importante punto di forza è stato anche il consolidamento dell'esperienza di droidcon Italy, la conferenza dedicata all'ecosistema Android, giunta ormai quasi alla sua terza edizione Torinese e che continua a portare importanti player internazionali nella nostra città.
 
Francesco Ronchi ha voluto condividere il premio con tutti i suoi collaboratori dedicandolo “a chi lavora con me, cioè a tutta Synesthesia, a chi ci ha creduto dall'inizio e a chi ci mette la sua passione. Abbiamo cercato di costruire l'azienda in cui avremmo sempre voluto lavorare, e credo che in buona parte ci siamo riusciti”.
 
Infine, ha concluso con un buon auspicio per il futuro “E non abbiamo certo intenzione di fermarci qui: puntiamo ad una sempre maggiore presenza nei mercati esteri, il consolidamento e completamento dell'offerta (non solo tecnologica, ma anche di progettazione e strategica nell'ambito digitale, Mobile, Web ed Ecommerce).  Stiamo già lavorando alla prossima edizione di droidcon (sarà ad Aprile) ed abbiamo avviato un progetto dedicato alla formazione (syx.it), che nasce dalla positiva esperienza di Droidcon e spazia su tutti gli ambiti in cui opera Synesthesia”
 
 
Torino, 10 Novembre 2015. 
L'articolo su Repubblica Torino